Strumenti di accessibilità

Data di inizio pubblicazione

-
06.10.2022

Resoconto incontro MPI. su supplenze e nomine EEEM Educazione motoria

 

https://mail.google.com/mail/u/0/images/cleardot.gif

 

 Si è svolto in data odierna, mercoledì 5 ottobre 2022 ,  dalle ore 17,00 Alle ore 20,30 , in videoconferenza, un incontro tra i rappresentanti dellì’  l’ufficio III  M.I. e  le OO.SS di comparto e di confederazione  per discutere   in merito  a  due   punti all’O.d.g, più  precisamente  sull’ analisi delle problematiche tecniche relative alla gestione informatizzata delle procedure di reclutamento a tempo indeterminato e determinato e  poi in coda , dietro espressa richiesta avanzata congiunta dalle sigle  sindacali , sulle  problematiche relative agli incarichi di educazione motoria nella scuola primaria- Per  il MPI   son stati presenti il dott. Luca Volonté e la responsabile delle piattaforme “INS” e “INR” (informatizzazione supplenze e ruoli) dott ss Alonzo.  In premessa l’amministrazione ha tenuto a precisare che il primo punto   riguardava espressamente le questioni tecniche inerenti le modalita’ di funzionamento del sistema ,da noi meglio identificato come algoritmo, e che eventuali  altre questioni riguardo a GPS e altro, sarebbero state oggetto di discussione  nelle prossime sedute e che  con questa  prima riunione  si apre una sorta di tavolo di confronto   per meglio riorganizzare il sistema  informatizzato in futuro, mentre per il secondo punto  di natura non tecnica ma sindacale , si sarebbe proceduto come da richiesta  congiunta   presentata  dalle 5 OOSS

Riguardo al primo punto, la nostra delegazione  , ha evidenziato diverse  problematiche.  in primis  e in  singola voce  , la necessità di  ritornare  alle nomine in presenza alla luce dell’evidente fallimento che le procedure informatizzate hanno dimostrato e che sono di seguito via  via  esposte

 Intanto, non sono stati chiariti, a monte del processo  di reclutamento a T,. i criteri  di programmazione di fasi e applicazione delle regole  per l’assegnazione delle supplenze;  sembra di fatto che l’ OM 112\22 e la Nota  sulle istruzione operative  per   gli incarichi a TD  non siano state pienamente  rispettate,  sono mancati infatti : la pubblicazione propedeutica di tutti gli elementi utili agli aspiranti per una scelta consapevole nel rispetto dell’ordine di graduatoria e di punteggio. Il quadro delle disponibilità non è stato puntuale   e completo né all’avvio  del procedimento ne nei turni successivi come previsto dalla norma ,oltretutto  non sono stati  pubblicati i quadri delle disponibilità neanche contestualmente agli esiti    

  

L ‘Applicazione della riserva   dei posti  secondo la Legge  68\99  e delle  precedenze  ai sensi della Legge 104\90  sono  avvenute  indiscriminatamente e diversamente tra le  singole regioni  e in molti casi   con scavalcamenti inopportuni  senza considerazione e rispetto dell’ordine della  graduatoria , della fascia di appartenenza e del turno di nomina   . Difatti, la riserva dovrebbe funzionare per singola graduatoria (Gae e Gps) e per singola fascia di appartenenza (es: 1^ e 2^ GPS  ) e infine  secondo il turno  di nomina per ka consistenza  del  posto cui si avrebbe titolo ad essere nominati ,la sentenza  riportata nell’OM 112\22 ,di fatto,  non può essere  estesa  alle GPS  e alle GAE poiché tali graduatorie hanno natura differente ( Le Gae sono composto da abilitati  e sono graduatorie di natura differente dalle GPS a sua volta queste ultime sono costituite i due fasce ben distinte  e di diversa natura , la ! E formata da docenti abilitati o specializzati la 2  da  docenti non abilitati Non è ammissibile, per esempio, che, su un posto di sostegno, un riservista reclutato dalle graduatorie incrociate possa precedere, come accaduto più volte su tutto il territorio nazionale, un aspirante inserito nella 1^ fascia GPS di sostegno. Stesso discorso di gestione razionale andrebbe applicato alle precedenze di cui alla L. 104/1992. Con la sola differenza che questa ultima va applicata solo se si entra in turno di nomina  nella  singola specifica graduatoria di appartenenza per la tipologia di posto  ( catt 31 agosto , o 30 giugno  o spezzone)   cui ha titolo per la nomina

 (Associazione degli spezzoni e completamento) . Il software ha dimostrato di essere fallimentare nella gestione degli spezzoni e di essere, pertanto, inadeguato nel garantire il diritto al completamento così come avrebbe potuto essere esercitato nel caso di nomine svolte in presenza. Il fatto che gli Uffici scolastici stiano procedendo a sopperire manualmente a questa lacuna del software ha ingenerato, poi, un’inaccettabile molteplicità di prassi diverse di provincia in provincia e  di regione in regione  e questo non puoi essere ritenuto  accettabile  Per il diritto al completamento al turno successivo  in caso  di nomina su unico spezzone residuale  in mancanza di cattedra intere,   è stato appurato e confermato dall’amministrazione che  il sistema non lo ha previsto e programmato e che  gli uffici hanno dovuto procedere  manualmente  dietro segnalazione degli stessi aspirante o delle OO SS  La Gilda richiede, pertanto (in alternativa all’opzione preferibile di ritornare alle nomine in presenza) che l’algoritmo venga istruito in modo tale da gestire razionalmente gli spezzoni  e i completamenti   consentendo anche  eventuali possibilità di  divisione delle cattedre in assenza di spezzoni compatibili  soprattutto al turno subito  successivo,  per evitare che  chi  è rimasto  nominato su spezzone residuale in assenza di possibilità di completamento da GPS. poi rimanga  penalizzato  

 Riguardo all’ Inserimento e pubblicazione tempestiva delle sedi disponibili, come anzi già riportato ,. non è più ammissibile che le candidature alle supplenze avvengano “al buio”, nel cuore dell’estate e che tuttavia, in un quadro di informatizzazione delle nomine, il Ministero non garantisce che le disponibilità siano rilevate e pubblicate prima dell’apertura delle funzioni informatiche di presentazione della domanda. 

 E’ anche poco consono   e in linea con le stesse norme che si attinga da un’unica domanda di supplenza per tutti i turni di nomina senza conoscenza   alcuna (come del resto avvenuto negli ultimi  anni) delle sedi cui indirizzare la domanda. Pertanto, per ovviare a tanta poca trasparenza e carente   offerta di sedi ,   si è proposto il Ripescaggio dei  cosiddetti rinunciatari che non hanno espresso  tutte le sedi . Si  è anche richiesto di introdurre una possibilità di “ripescaggio” dei rinunciatari laddove le cattedre desiderate risultino vacanti   per rifiuto di coloro  che sono già stati assegnati a ruolo  o ad altra nomina –  Visto che l’ammnistrazione non ha nessuna intenzione di procedere in futuro con le nomine in presenza , si è anche chiesto di  aumentare il numero delle preferenze  da esprimere nella domanda,    poiché  nelle grandi città metropolitane 150 preferenze sono  inadeguate e penalizzanti ai fini dell’attribuzione per fasi e turni delle supplenze  . Si è fatto  presente anche il problema   relativo all’assegnazione con precedenza e  anche  con minor punteggio  a  coloro  che   hanno espresso preferenze puntuali  rispetto a  chi le ha espresse sintetiche, poiché’ sembrerebbe che anche in questo caso il sistema non abbia operato sempre allo stesso modo in tutti gli AA TT PP   (l’amministrazione  su questo punto non si è espressa) Differenziare i turni di nomine  per diverse graduatorie  e in diversi momenti ( cioè  non facendo girare  il sistema ogni volta con un unico turno )  servirebbe ad offrire agli aspiranti maggiori garanzie di non essere liquidati come rinunciatari come accade attualmente con il turno unico di nomina, contemporaneo per tutte le classi di concorso e tipologie di posto.  Un  altro  suggerimento proposto al fine di tutelare il diritto di graduatoria e di posizione  ed evitare che  ci siano troppi cosiddetti rinunciatari ,  è stato quello di richiedere   l’avvio  del sistema  al primo turno di conferimento delle nomine a TD  dopo il 1 settembre, entro la settimana successiva e comunque prima dell’ inizio  delle lezioni  per consentire agli uffici regionali e provinciali di reperire e controllare  tutti i posti  disponibili e vacati anche a seguio di mancate prese di servizio per rinuncia a ruolo o per richiesta di aspettativa, in tale modo si avrebbe l’opportunità di  predisporre un quadro delle disponibilità più esaustivo  e puntuale  ’

Riguardo al sistema INR  si è chiesto  di rendere possibile a sistema la rinuncia contestuale  anche  su altri posti in  ruolo o classi di concorso  rispetto a quella di nomina  per cui di esprime accettazione  o rinuncia ,al fine di consentire  a sistema l’acquisizione di tutte le rinunce ed effettuare gli scorrimenti automatici delle graduatorie  dato che quest’anno a causa degli errori  nelle GM e nella tardività di pubblicazione delle graduatore e quindi delle rinunce  gli UU SS RR non hanno proceduto per mancanza di tempo  né ad effettuare gli scorrimenti per i ruoli  né per  l’acquisizione delle disponibilità rese vacanti per le supplenze  

L’Amministrazione sembra aver preso atto dei rilievi e delle richieste e difende a spada tratta il sistema informatizzato delle supplenze (“INS”), ritenendo che gli errori evidenziati dagli interventi siano dovuti più che altro all’uso del sistema da parte degli uffici decentrati, sia per il problema del caricamento delle disponibilità, sia per quello dei riservisti, sia per quello degli spezzoni/completamenti. In tal senso rileva che gli uffici periferici hanno piena facoltà di rivedere le nomine effettuate intervenendo sul conferimento effettuati, anche in termini di rifacimento. 

Per quanto riguarda il punto 2  all’O.d.g., circa  l’  Educazione motoria alla primaria Dopo  aver espresso   tutte le rimostranze circa questa labile norma  che  ha introdotto furtivamente l’insegnamento di questa classe di concorso senza una riforma definita  ed esaustiva  e dopo aver lamentato che  il MPI avrebbe  dovuto non accettare di metterla in pratica perché priva di indicazioni nazionali, programmi e regolamento   , si è  passati tutti a discutere il tema  delle Compresenze. Si  e’ chiesto al M.I. di chiarire che nelle classi a tempo normale le ore di motoria devono, per norma, essere aggiuntive e che nelle classi a tempo pieno devono essere previste 42 ore (40 + 2)  

 Circa le ore di programmazione  si è evidenziata una difformità di comportamento sul territorio nazionale , a cui a nostro avviso  il MPI dovrebbe porre immediato rimedio , infatti, pochi sono stati quegli uffici provinciali  che hanno  proceduto con il rivedere  le nomine  sugli spezzoni di EEEM  aggiungendo le ore di programmazione. Il Ministero ha tuttavia risposto sostenendo di aver già proceduto con una conferenza di servizio  con tutti gli AA TT PP al fine di chiarire la questione   - Tralasciando tutte le questioni inerenti la necessità  o meno di  rivedere  tutta la norma   che appare  non condivisa  e di fatto inapplicabile nonche’  poco rispettosa  anche della professione docente , si  è proceduto  con il  chiedere  al M.I. di considerare  utile  il servizio svolto su EE EM nelle classi di concorso A048 e A049 da cui è discesa la nomina  come specifico. Ma l’ufficio  rimane del parere che cio’  no  sia ‘’normativamente  possibile’’ e che   sara’ possibile considerarlo solo utile come aspecifico  . 

I supplenti di EEEM  , quasi tutti collocati su spezzoni in assenza di posti interi  per via dell’avvio sperimentale quest’anno e solo sulle classi quinte , non possono completare il servizio neanche sulla graduatoria di riferimento ( A049 o A048)  perché il completamento tra diversi ordini di scuola non è contemplato come  possibile dalle precipue   norme . 

Rispetto a questi rilievi l’Amministrazione fa notare che l’educazione motoria è stata introdotta come vera e propria classe di concorso (caso unico nella scuola primaria!) dalla Legge di Bilancio 2022 ) noi aggiungiamo ma non come materia  con i suoi programmi ) . La medesima legge prevede una fase transitoria di due anni e successivamente un concorso specifico. Da notare che i posti interi a livello nazionale quest’anno sono stati  solo 11, tutti gli altri sono  stati costituiti  da spezzoni, mentre per il prossimo anno si prevedono 1600 posti e presumibilmente il concorso sarà bandito .

Non c’è alcun dubbio, a proposito delle ore di programmazione, che, trattandosi di posti di primaria a tutti gli effetti, sia necessaria la previsione delle ore di programmazione, così come previsto da sempre per i posti di inglese e per i posti sostegno sempre e comunque alla primaria . Nello specifico, si deve prevedere un’ora di programmazione entro le 11 ore e 2 oltre le 11 (es.: spezzone di 10 ore frontali, contratto di 11 ore ecc ). 

La Gilda chiede un intervento diretto del MI presso gli USR affinché i contratti stipulati prevedano le ore di programmazione a monte e per tutti gli AA TT PP . 

Quindi Il punteggio maturato con il servizio su EEEM , secondo l’amministrazione è  e sarà solo aspecifico su A048 e A049.  Aggiunge poi che Non è detto, tuttavia, che tutti i docenti in servizio quest’anno abbiano diritto a maturare il punteggio specifico in EEMM, dal momento che le caratteristiche definitive del titolo di accesso non sono ancora state normate. 

Su questo punto la Gilda rileva che il MI avrebbe dovuto chiarire a tempo debito che il punteggio e il completamento avrebbero potuto costituire un grave problema per i supplenti individuati sui posti EEMM. 

La Gilda rileva, infine, il gravissimo problema delle MAD. Quest’anno non è stato derogato il divieto di presentare MAD per i docenti già inseriti nelle GPS provinciali e in moltissime scuole, soprattutto nel Nord Italia ma non solo, si registrano enormi difficoltà nel reperimento dei supplenti. 

L’Amministrazione sostiene che, essendo stato il divieto inserito nell’Ordinanza, laddove gli anni scorsi era previsto “solo” nella Nota sulle supplenze, una deroga risulta impossibile.

Tutte le OO.SS. convengono con la Gilda che sia comunque indispensabile intervenire a porre rimedio e chiedono con urgenza la pubblicazione di una Nota  ad hoc 

In fondo alla riunione , si fa presente che la prossima settimana sarà aperto il tavolo di lavoro  richiesto sulle criticità delle GPS

Gilda tv